Guida sul Branding: Come Creare un marchio con una Brand Identity che Spicca (e Spacca!)

Table of Contents
    Add a header to begin generating the table of contents

    Che cos’è il branding?

    Samayo.org Blog Web Design SEO ottimizzazione per i motori di ricerca content marketing web hosting economici Ayouni Housam 48

    Il branding è una pratica di marketing in cui un’azienda crea un nome, un simbolo o un disegno che è facilmente identificabile come appartenente all’azienda. Questo aiuta a identificare un prodotto e a distinguerlo da altri prodotti e servizi.

    In poche parole, Il branding è l’insieme dei modi in cui stabilisci un’immagine della tua azienda agli occhi dei tuoi clienti.

    Perché è importante il branding?

    Samayo.org Blog Web Design SEO ottimizzazione per i motori di ricerca content marketing web hosting economici Ayouni Housam 47

    Il branding è importante perché non solo è ciò che fa un’impressione memorabile sui consumatori, ma permette ai tuoi clienti di sapere cosa aspettarsi dalla tua azienda. È un modo di distinguersi dai concorrenti e di chiarire cosa offri che ti rende la scelta migliore. Il tuo brando dovrebbe (e deve!) essere costruito per essere una vera rappresentazione di chi siete come azienda, e come volete essere percepiti.

    Il branding può cambiare il modo in cui le persone percepiscono il tuo marchio, può favorire gli affari e aumentare la brand awareness.

    Introduzione

    Samayo.org Blog Web Design SEO ottimizzazione per i motori di ricerca content marketing web hosting economici Ayouni Housam 37

    Avrai sicuramente già sentito parlare dell’importanza di costruire un marchio unico e affidabile.

    Espressioni come “consapevolezza del marchio – brand awarenessand “riconoscimento del marchio – brand recognition, di cui spesso si abusa, sono divenute sinonimo di successo e di ottenimento di un forte punto d’appoggio all’interno del mercato, soprattutto in presenza di migliaia di altre aziende che competono per l’attenzione dei tuoi stessi clienti.

    Saprai già che, per il tuo brand, l’originalità è quanto più di fondamentale possa esserci, ma pochi ti spiegano esattamente da dove cominciare per raggiungerla.

    Proprio di questo ci occuperemo nel seguente articolo, di modo che alla fine della lettura tu possa avere bene in mente qual è la strada da percorrere per importi come leader nella tua nicchia di mercato.

    Ma non perdiamoci nei convenevoli e cominciamo con la pratica!

    Come definire il messaggio del tuo marchio

    contact illustration

    Per rappresentare il punto fermo del tuo mercato e, di conseguenza, massimizzare le entrate, avrai necessità di costruire un marchio unico, riconoscibile e riconosciuto portatore di un messaggio chiaro e diretto.

    Il messaggio intrinseco nel tuo marchio spiega ai potenziali clienti cos’hai da offrire loro, quali sono i tuoi obiettivi e quanto gli sei dedito.

    Ma ecco il punto: non sei (soltanto) tu a definire il messaggio del tuo marchio, lo faranno i tuoi clienti!

    Il tuo compito è certamente quello di gettare le fondamenta su cui costruire un business e la sua immagine, lavorando per mantenere le promesse fatte alla clientela e soddisfare gli standard di cui sei portatore.

    Ciò che tuttavia si tende ad ignorare è che saranno proprio i tuoi clienti, mediante le loro interazioni con la tua azienda ma non solo, a definire la percezione generale legata al tuo brand.

    Certo è che una filosofia aziendale strategica è in grado di conferirti credibilità immediata nella tua nicchia, aiutandoti a guadagnare terreno sul tuo mercato e spingendo i consumatori a vederti in una determinata maniera.

    In questo molto spesso si riassume la differenza fra brand ben avviati e legati alla propria base di pubblico, e imprese più vacillanti che faticano a farsi largo fra la concorrenza.

    Ma da dove si parte per costruirsi una credibilità e un riconoscimento all’interno del proprio mercato?

    La prima cosa da fare è senza dubbio concentrarsi sul pubblico a cui ti andrai a rivolgere. Una volta che avrai identificato e valutato la nicchia in cui operi ti verrà naturale porti in modo da affrontare direttamente le richieste, le preoccupazioni e i bisogni più rilevanti della clientela.

    Per fare ciò hai bisogno però di raccogliere il maggior numero possibile di informazioni riguardo al tuo mercato, e un tale obiettivo si raggiunge soltanto studiando minuziosamente la concorrenza.

    Per farlo ti consiglio di usare un SEO tool come SEMrush or KWFinder.

    You might be interested: come usare SEMrush per fare keyword research

    Cosa offrono al tuo pubblico gli altri imprenditori del tuo settore? Quali dei loro prodotti o servizi registrano un maggiore successo?

    Non dimenticarti ovviamente di valutare gli indicatori sociali, chiari riflessi di ciò che attualmente è in voga e vende bene. Proprio in base ai livelli di interazione del pubblico vengono investiti più o meno fondi in un determinato prodotto e, naturalmente, dovrai orientarti verso soluzioni che ne attirino il più possibile!

    Per cominciare a sviluppare un messaggio di marketing efficace è dunque necessario sapere cosa già funziona, come e perché lo fa; in seguito, partendo da questi presupposti, cercare di migliorarlo all’interno del proprio business.

    Facendo ciò sarai in grado di importi come vero riferimento della tua nicchia di mercato, colui il quale verrà preso come modello e come metro di paragone per qualsiasi questione legata all’ambito in cui operi.

    La strada per tagliare questo traguardo può essere sì molto faticosa, ma per ben iniziare è particolarmente importante saper abbattere ogni muro esistente fra la tua offerta e la domanda della potenziale clientela.

    Va da sé che conoscere il proprio pubblico, coi suoi interessi e i suoi trigger, è la prima e più importante cosa di cui dovrai occuparti se vuoi avere successo con la tua attività.

    Definisci e crea una USP vincente che ti faccia apparire unico al tuo pubblico di riferimento

    577e466b techmate wp theme group 118

    L’acronimo USP sta per unique selling proposition (o unique selling point) ed è fondamentale che tu stabilisca quale sarà la tua fin dall’inizio.

    Si tratta dell’offerta di vendita originale (unica per l’appunto) che contraddistingue il tuo marchio dagli altri e, a differenza delle credenze popolari, non ha granché a che fare con loghi, slogan o design grafico del brand.

    Certamente queste componenti aiutano a identificare immediatamente il tuo marchio come entità a sé, ma la USP va molto oltre a tutto ciò. Essa permette di costruire una solida base di clienti e di forzare le resistenze che spesso e volentieri le nuove imprese incontrano quando si approcciano a un mercato.

    Una buona USP è rappresenta, per i tuoi potenziali clienti, la spiegazione pratica di come sei diverso dalla concorrenza. La tua USP esprimerà fiducia e affidabilità, coerenza fra obiettivi aziendali e mezzi impiegati per raggiungerli, nonché un evidente parallelismo fra l’offerta del tuo marchio e gli interessi della clientela.

    La tua USP sarà lo strumento grazie al quale la tua attività non si tramuterà in un brand senza volto.

    E per cosa si può differenziare un prodotto o un servizio da quelli della tua concorrenza?

    Ad esempio per il prezzo (anche se è sconsigliabile puntare tutto sul “gioco a ribasso”, a meno che non dipenda da metodi rivoluzionari che ti permettono di abbattere i costi), per una particolare garanzia, per alcune funzionalità assolutamente introvabili altrove o, perché no, per essere il primo in assoluto del suo genere.

    La tua USP dovrebbe mostrare la tua totale dedizione nel soddisfare i clienti, far capire che siete dalla stessa parte, che combattete le stesse battaglie e che non devono temere “fregature” nel fare affari con te.

    Per iniziare a sviluppare la tua personale USP dovrai, come al solito, partire dalla concorrenza, riflettendo su ciò che già offre e su ciò che invece trascura.

    Il tuo compito a questo punto sarà quello di enfatizzare la differenza che intercorre fra i tuoi competitor e il tuo marchio, mettendone in luce i benefici che trarrebbe un cliente qualsiasi nel scegliere il tuo business piuttosto che un altro.

    In fondo il compito di una USP ben costruita è proprio questo:

    Rendere immediatamente comprensibile perché fare affari con te dovrebbe essere più vantaggioso che non con la tua concorrenza.

    You might be interested: USP, La Guida Per Contraddistinguere Il Tuo Brand Dai Competitors

    Presupposti per creare un marchio potente e originale

    samayo.org SEO Content Marketing Web design come creare un blog e un sito web

    Prima di sviluppare un messaggio efficace per il tuo marchio dovrai assicurarti di capire a fondo il mercato.

    Questo include sapere chi sono i tuoi potenziali clienti e chi è la concorrenza.

    Ecco alcuni modi per farlo:

    Individua, servendoti dei social media, il profilo del tuo cliente ideale…

    … E presta attenzione alle sue preferenze, al suo modo di comunicare e alle cose che lo fanno interagire sulla realtà virtuale.

    Fai la stessa identica cosa per i tuoi concorrenti, concentrandoti però su quali prodotti vengono lanciati sul mercato, come vengono pubblicizzati e quali livelli di interazione digitale riescono a raggiungere.

    Cerca su Google la tua nicchia di mercato e prendi come riferimento i primi risultati di ricerca.

    Focalizzati sui siti web che incontrerai, sui loro copy di vendita, sul loro approccio comunicativo e, se ti sarà possibile, acquista alcuni dei loro prodotti ed esaminane il rendimento.

    Passa del tempo su Facebook e sui subreddits dove il pubblico della tua stessa nicchia si riunisce e discute di argomenti comuni. Soffermati su quelle che sono le domande e gli argomenti più frequenti, di modo da intuire la direzione presa dal quel determinato mercato.

    Durante la ricerca prendi più appunti che puoi! E per avere una visione più chiara e ampia, ti consiglio di annotare tutte le informazioni in una mappa concettuale.

    Prendi come esempio i tuoi concorrenti principali, coloro che sono già riusciti ad affermarsi come icone del tuo mercato.

    1. Da dove deriva il loro successo?
    2. Cosa li ha contraddistinti fino ad ora?
    3. Qual è il loro cliente medio e come ci si rapportano?

    È davvero importante che tu capisca chi è il tuo pubblico di riferimento in fase di definizione del marchio. Se saprai basare la tua offerta sulle reali aspettative di quest’ultimo avrai vita facile nel gioco che ti aspetta.

    Una volta terminate le tue ricerche dovrai occuparti di stabilire un positioning statement, ossia una breve presentazione di ciò che la tua azienda offre, cosa la distingue e perché dovrebbe essere scelta. Poche ed essenziali righe che ti aiutino a ritagliarti un posto nel mercato.

    Un positioning statement deve puntare alla semplicità:

    Spiega al pubblico quale fascia di bisogni il tuo brand è pronto a coprire e fornisce una valida ragione per sceglierti.

    Anche in questo caso, proprio come per la USP, è necessario concentrarsi sul cliente prototipico.

    1. A cosa è più interessato?
    2. Quali parole gli faranno più effetto?
    3. Quali esigenze hanno?
    4. Quali promesse si aspettano a riguardo?

    Pensare al tuo marchio dal punto di vista del cliente ti permetterà di conferirgli una voce che proprio al cliente parli! Potrai sfruttarla dalle campagne di marketing, agli aggiornamenti sui social media e al contenuto del vostro sito web, ma l’effetto rimarrà sempre il medesimo: empatia, connessione e successo!

    I 4 ingredienti essenziali di un brand vincente

    Che cosè il digital marketing A cosa seve il marketing online 3

    Esistono online numerosi corsi e libri che si propongono di illustrarti come dar vita a un marchio di successo.

    Soprattutto se si è agli inizi però è chiaro che ritrovarsi di fronte una tale mole di fonti, fra le quali molte nemmeno affidabili, deve risultare pressoché frustrante.

    La verità è che, al di là di ogni specifico tecnicismo, esistono 4 elementi essenziali che sono in grado di lanciare un business verso il successo:

    1 – Una mission, ossia un complesso di obiettivi, ben definita

    La forza d’impatto del tuo marchio comincia proprio dalla missione che gli imporrai di perseguire. Essa sarà la costante su cui dovranno basarsi le decisioni del tuo business, una sorta di promessa perpetua rispetto a ciò che fai.

    Il modo più semplice per definire una mission coerente e efficace, come al solito, è proprio quello di immedesimarsi nella propria clientela.

    In questo caso concentrati sul perché credi che sceglierebbero il tuo marchio per soddisfare le proprie esigenze, indagane le cause e immagina cosa, al posto di un potenziale cliente, ti piacerebbe sentirti dire rispetto a tale esigenza.

    Presentare la propria missione in modo chiaro e coerente aiuta a stabilire una reale connessione fra i prodotti/servizi che offri e il pubblico che ne fa uso, favorendo così una crescita imprenditoriale superiore rispetto alla concorrenza.

    Se dovessi incontrare delle difficoltà non farti spaventare, è normale che sia così!

    Il segreto è sempre quello di immedesimarti nel consumatore medio e, una volta tornato nei panni dell’imprenditore, mettere sul tavolo tutte le proposte che potrebbero soddisfare quel bacino di esigenze ancora non coperte dalla concorrenza.

    Questo non significa che devi includere prodotti o servizi specifici nel testo della tua mission, assolutamente no!

    Ma partendo dall’idea che sta dietro ad essi dovrai sviluppare un discorso che ti faccia emergere nella tua nicchia di mercato.

    Lascia emergere il valore aggiunto che puoi apportare sul mercato.

    • Quali soluzioni la tua azienda può offrire verso problemi aperti sul mercato?
    • Perché i consumatori dovrebbero orientarsi sulla tua attività piuttosto che su altre?

    In tal senso la tua mission dovrà avere una definizione ben specifica e un focus estremamente chiaro, tutt’altro che generico.

    2 – Un sito web ben progettato

    Che tu abbia intenzione di vendere in proprio o per mezzo di terzi, come Ebay, Shopify o Etsy, un sito web è qualcosa da cui la tua attività non può prescindere.

    Al giorno d’oggi il tuo sito web rappresenta a pieno titolo il tuo marchio come lo farebbe un negozio fisico, ed è lo spazio tramite il quale comunicherai e servirai la clientela.

    Se ci tieni ad avere sempre il controllo sull’andamento del tuo business e delle sue vendite diffida dalle terze parti. Possono offrire ulteriori sbocchi, questo è vero, ma non dovrebbero mai sostituire un vero e proprio sito web.

    Cosa accadrebbe alla tua impresa (sprovvista di un sito web) se improvvisamente, per ragioni legate alla terza parte in causa, il tuo punto vendita non avesse più la possibilità di rimanere in attività?

    Oltre che come strumento di controllo, per quanto essenziale sia, un buon sito web è anche indice di prestigio e fattore di successo nel lungo periodo.

    Ciò non significa che la tua pagina debba essere per forza all’avanguardia e fuori dall’ordinario, basta strutturarla in modo che rifletta l’immagine aziendale e garantisca un servizio sicuro ed efficiente.

    Per cominciare potresti aprire un account di hosting economico tramite Bluehost or Siteground, e costruire un sito web attivo e funzionante in pochi minuti utilizzando WordPress.

    Non deve per forza essere un processo difficile e snervante e, se proprio non lo senti nelle tue corde, puoi sempre rivolgerti a un professionista.

    Se preferisci il fai da te, non c’è problema! Ho preparato una guida dettagliata passo a passo che ti guiderà durante la creazione del tuo sito. [Come creare un blog da zero]

    3 – Una Mailing List

    Dotarsi di una mailing list, ossia una lista di corrispondenza, è davvero importante per far crescere in fretta il tuo marchio, non sottovalutarla! lead generation è davvero molto importante.

    Qui è dove il tuo sito web entrerà immediatamente in gioco. Includendo una landing page con un modulo opt-in che collega i visitatori con la tua mailing list avrai la possibilità di coinvolgere sempre più utenti nel tuo business.

    In questo modo avrai la possibilità di stabilire contatti costanti col tuo pubblico di riferimento, facendoti sentire vicino e interessato nel fargli conoscere le tue novità.

    Una lista di clienti abbonati, o semplicemente interessati, alle offerte del tuo brand è un trampolino di lancio non indifferente per una nuova attività. Strategie di marketing ne esistono molte, ma una così diretta e immediatamente coinvolgente non va mai data per scontata.

    Puoi dar vita a questa strategia con una semplice landing page, un modulo opt-in e un account di mailing list attraverso servizi come Aweber (gratis) & Active Campaign.

    Per incentivare i visitatori a iscriversi alla tua mailing list, puoi usare i lead magnet.

    Non sai cosa sono?

    Ho scritto sul blog un articolo dove spiego in dettaglio che cosa sono i lead magnet. Dacci un occhiata!

    4 – Scegliere un fattore che ti differenzi

    La cosa più importante che distinguerà il tuo marchio dagli altri è un differentiator, dunque un elemento di differenziazione, originale che faccia parte a pieno titolo dell’identità del tuo marchio.

    Ecco un esempio di come un differentiator può essere responsabile del successo di un marchio anche in settori competitivi dove, apparentemente, risulta davvero difficile emergere.

    Una amica di un amica scrive romanzi rosa, che poi pubblica e vende nel marasma di Amazon. Su questa piattaforma escono migliaia di libri romantici ogni settimana, eppure lei riesce a generare più di 15.000 dollari al mese in vendite di libri.

    La cosa interessante è che la sua scrittura non è migliore della maggior parte degli altri libri pubblicati, e si basa peraltro su nicchie di romanticismo mainstream piuttosto che su sottogeneri specifici.

    Come riesce quindi a distinguersi
    e ad attrarre migliaia di lettori ogni mese che avrebbero così tante opzioni fra cui scegliere
    ?

    La sua strategia, detta senza mezzi termini, è quella di avere le copertine più hot che si possano reperire sul mercato.

    Nonostante operi in un mercato competitivo e i suoi prodotti non vertano all’eccellenza, le sue copertine attirano il cliente e convertono i loro clic in profitti.

    Su questo si basa il suo business: dotarsi di copertine di qualità superiore alla concorrenza rimanendo aggiornata sui tipi di immagini a cui il suo pubblico risponde meglio.

    Lo slogan che scherzosamente collega a questa strategia di marketing è riassumibile in questo modo:

    “Ragazze curvy e uomini alfa”.

    È un concetto semplice e molto stereotipato, ma è ciò che la sua base di lettori evidentemente cerca.

    Questo si intende affermando che il tuo marchio ha bisogno di un elemento di differenziazione. Che sia lo stile del tuo sito web, la voce usata all’interno dei tuoi spot, la qualità della tua grafica: ciò che ritieni più opportuno purché offra qualcosa di meglio rispetto alla concorrenza.

    Dai al cliente una valida ragione per venire da te, essere uguali agli altri, in qualsiasi mercato, non paga mai nel lungo periodo.

    Costruire un marchio passo dopo passo: una lista riassuntiva

    che cosè un Lead Magnet come attirare nuovi clienti con un lead magnet come creare un lead magnet 3

    Voglio lasciarti con questa pratica lista di punti essenziali alla costruzione di un brand, la stessa che utilizzo io ogni volta che ho a che fare con un nuovo business o cliente.

    1. Impostare il tono

    Questa è sicuramente la parte più divertente della costruzione di un marchio, ossia l’aspetto e la definizione visiva (look & feel) della tua attività. Quest’ultima includerà:

    1. Una paletta di colori
      Cerca di figurarti visivamente il tuo marchio: quali colori vorresti risaltassero? Cosa dovrebbero trasmettere a chi li percepisce?
    2. Grafica
      A prescindere dal tipo di attività in cui ti stai lanciando, considera seriamente l’assunzione di un grafico professionista per creare immagini digitali dei prodotti, un banner, un logo e gli altri elementi grafici da associare al tuo marchio. Puoi rivolgerti a liberi professionisti su grandi piattaforme come Fiverr per cercare designer grafici freelance.
    3. Dominio e sito web
      Registra un dominio che definisca in qualche modo il tuo marchio e crea un semplice sito web utilizzando servizi di gestione dei contenuti (CMS) come WordPress.org.
      Puoi registrare un dominio e aprire un account di hosting con Bluehost or Siteground, per meno di $100 all’anno.
    4. Tutela la tua identità
      Non dimenticarti di registrare il più in fretta possibile il nome del tuo marchio e del tuo dominio di modo che sia associate esclusivamente alla tua attività. Discorso analogo è da farsi per i social network, per il sito web o per qualsiasi altro testo (come uno slogan) che rappresenti il qualche modo il tuo brand.
    5. Traccia i tuoi clienti e il tuo traffico
      Integra uno strumento di analisi del tuo sito web al fine di monitorare costantemente la quantità e la tipologia di traffico che genera. Questi dati ti saranno utilissimi per sviluppare campagne di marketing future appositamente mirate a un target. Inoltre, puoi utilizzare Google Analytics e un plugin per WordPress come Monster insights per tracciare i tuoi visitatori, e vedere i dati analitici direttamente dal tuo sito.

    2. Fai entrare in gioco il tuo differentiator

    I modi per far sì che il tuo marchio si distingua dalla concorrenza vanno oltre gli aspetti visivi del brand. Ecco altri elementi di differenziazione su cui dovresti concentrarti.

    Crea uno slogan unico

    Per quanto non sia la cosa più importante, uno slogan è comunque un fattore essenziale aumentare la riconoscibilità di un brand:

    Poche parole studiate per colpire e per trasmettere una o più emozioni associate al tuo business.

    Uno slogan (o tagline) aiuta a stabilire una connessione immediata tra te (in quanto marchio) e la tua clientela. In un breve e condensato messaggio ti farai carico dei valori di cui il tuo marchio si fa voce, nonché delle aspettative che il pubblico avrà nei tuoi confronti.

    Soprattutto in mercati altamente competitivi, uno slogan efficace (con alle spalle dei validi contenuti, sia chiaro) può far la differenza e conferire a chi lo saprà sfruttare al meglio un riconoscimento immediato.

    Non sei certo di poter trovare una tagline che faccia fare faville al tuo marchio?

    Pensa a quanto segue quando elaborerai il tuo slogan

    • Che impressione voglio fare?
    • Quale immagine aziendale voglio trasmettere?
    • Quali parole vorrei che venissero utilizzate per descrivere il mio marchio?

    Sappi inoltre che più sarà specifico il tuo marchio, più farà riferimento a una nicchia di mercato, più sarà facile per te stabilire un rapporto diretto e sincero con la tua clientela, permettendoti di crescere in quanto ad affidabilità, autorevolezza e numero di vendite.

    Quando un cliente qualsiasi, nuovo o abituale che sia, acquista uno dei tuoi prodotti/servizi vuoi che sappia esattamente ciò che sta comprando, non deve avere sorprese (almeno in senso negativo)

    Collegare tutti gli elementi del marchio

    È importantissimo essere capaci di collegare ogni componente del tuo business (sito web, punti di vendita, social media ecc…) per permettere alla clientela potenziale di raggiungerti ed entrare in contatto con la tua attività tramite canali diversi.

    Non farti dunque problemi e riporta, su qualsiasi piattaforma legata al tuo marchio, i link di tutti gli altri tuoi possibili contatti. Più visibile sarai, più clienti si avvicineranno alla tua attività, e più clienti si avvicineranno alla tua attività (purché venda prodotti validi), più acquisterà credibilità e risulterà profittevole.

    Esistono molti plugin gratuiti per aiutarti in questo compito, tra cui:

    Condividi esperienze e feedback riguardo al tuo marchio

    Ogni potenziale cliente, prima di investire il proprio denaro, vorrebbe essere rassicurato sul fatto che ciò che sta per acquistare ha realmente aiutato qualcun altro.

    Quindi, quando possibile, includi testimonianze, opinioni e commenti di clienti che hanno già beneficiato dei tuoi prodotti/servizi.

    Facendo attenzione a non esagerare sotto questo punto di vista, poiché potrebbe risultare sgradevole alla lunga, non trascurare la condivisione di riscontri positivi che elogino il tuo marchio!

    Qualche parola per concludere …

    f44ef145 techmate wp theme group 113

    Come spero che tu abbia intuito, creare un marchio capace di distinguersi all’interno della propria nicchia di mercato non è affatto un’impresa impossibile!

    La chiave è concentrarsi sulla propria unicità di offerta, basata a sua volta sulle zone d’ombra del mercato dove si concentrano i desideri insoddisfatti della tua potenziale clientela.

    Per fare ciò dovrai considerare il tuo brand dall’angolazione di un potenziale cliente, facendo attenzione a cosa si aspetterebbe e a che sensazioni potrebbe percepire. Se da solo non sei in grado di fare ciò affidati all’aiuto di amici, parenti o esperti.

    Applica questa tua unicità non solo nei prodotti e nei servizi che offrirai, ma anche nell’immagine del tuo business! Un valido utilizzo di efficaci differentiator, un look & feel accattivante, un logo eccentrico o uno slogan indimenticabile sono tutti fattori che contribuiranno al raggiungimento del successo, perciò non trascurarli!

    Cos’altro tenere a mente?

    • Il tuo messaggio di marketing illustra in modo chiaro ciò che offri?
    • La tua offerta è semplice da capire?
    • Soddisfa le aspettative fondamentali del tuo mercato?

    Ma soprattutto: il tuo messaggio di vendita chiarifica al cliente perché dovrebbe scegliere il tuo marchio e non uno qualsiasi fra gli altri disponibili?

    Non stancarti mai di studiare il mercato in cui operi, sii curioso, sfoglia giornali, pagine Facebook, blog, forum, subreddit e qualsiasi altra fonte ti aiuti a mantenerti aggiornato sull’andamento della tua nicchia.

    Compra, testa e valuta i prodotti delle aziende di successo nel tuo mercato.

    Cerca di capire perché hanno così tanto esito, a come migliorarli e a come fare in modo che i tuoi prodotti vengano apprezzati ancor di più dal pubblico.

    Più ti concentrerai su ciò che manca alla clientela e su come sfruttarlo per renderti unico ai suoi occhi, più saprai farti strada nel mercato col tuo marchio.

    Spero di esserti stato utile, impegnati al massimo e vedrai che raggiungerai il successo che ti aspetti!

    See you anon!

    A hug.

    Housam Ayouni

    I am a marketer based in Spain, who loves pizza, travel and dogs. For several years, I have been providing simple solutions to complex ideas to all my clients, by developing professional websites for them that generate visits, leads and profits. My goal with this blog is to share with you everything I know and have learned, to help you create a professional and profitable online business.

    >

    Consultation

    Compila questo formulario e ti ricontatteremo nel minor tempo possibile.

    Close

    We use cookies to ensure you have the best experience on our website. By continuing to browse, you agree to our cookie & privacy policy.